My Cart

Close

Stile e comodità ai tuoi piedi: le "friulane" sono già tendenza!

Posted on

Non chiamatele pantofole: gli “scarpèts” (o “friulane”, altro nome con cui sono conosciute, a testimonianza della loro origine) sono ormai l’alternativa inedita e trendy alle più classiche ballerine.

Basse, avvolgenti, comodissime e piene di stile, sanno reinterpretare in chiave moderna un simbolo della tradizione, e si preparano a diventare un vero accessorio cult in questa stagione. Un vero must have per le amanti dei look più chic e ricercati, che non potranno di certo farsele sfuggire!

 

 

Gli scarpèts hanno origini antichissime: si realizzano infatti da secoli in tutto il Friuli, e in particolare nella zona montuosa della Carnia.

Sono calzature leggere, di stoffa, con una forma caratteristica a babbuccia, e - anche se i materiali variano in base alla stagione in cui vengono indossate - si realizzano prevalentemente in tela o velluto.

Quelle della tradizione sono poi di solito impreziosite da ricami e decori a tema floreale; ogni zona del Friuli (e ogni famiglia) ha una sua variante caratteristica che la distingue dalle altre.

Le origini di queste calzature sono sicuramente umili, e si sa che la necessità aguzza l'ingegno! Per realizzare gli scarpèts, infatti, in passato si usava quel poco che c’era a disposizione, spesso avanzato dalla realizzazione di altri prodotti: scampoli di tessuto, spago, e addirittura vecchi copertoni di bicicletta, perfetti per le suole.

Un vero e proprio esempio virtuoso di riciclo creativo, insomma! La calzatura che ne derivava era comunque talmente bella e fine da essere indossata anche per le occasioni speciali, come ad esempio i matrimoni.


 

Un legame con il territorio e la storia locale, mescolato alla capacità di evocare un “altrove” lontano ed esotico - pensiamo alle babbucce marocchine o arabe - come quello a cui si ispira la collezione Gazèl: gli scarpèts, rivisitati in chiave contemporanea pur rimanendo fedeli alla tradizione, diventano dunque protagonisti di questa nuova stagione.

Prodotti in Friuli, rigorosamente cuciti a mano, gli scarpèts Gazèl FW 18/19 mantengono la filosofia originale sul riutilizzo creativo dei materiali di scarto: la suola è quindi realizzata con vecchi copertoni di bicicletta, mentre gli sfridi dei tessuti di collezione (i fiori della serie Shelby e le righe della serie Paveé) sono utilizzati per gli interni della calzatura. A decorare il bordo, regalando un tocco “nomad”, piccole biglie in tessuto fiorato, presenti sia nella versione chiusa che in quella “loafer”, aperta sul tallone.

Gli scarpèts Gazèl FW 18/19 sono anche in versione “peluche”: in questo caso il materiale esterno è un inedito tessuto effetto orsetto, coordinato alle borse della stessa serie per un look davvero super trendy! 

 

 

Hanno ormai conquistato l’interesse della moda, non solo per la loro comodità ma anche per la loro eleganza: e tu, sei pronta per indossare le tue "friulane"?

Abbinale a maxi gonne longuette, a un paio di pantaloni coulotte ma anche semplicemente ai jeans, per dare al tuo look un istantaneo effetto sofisticato e chic.



Hello You!

Join our mailing list